La Tunisia e l’Italia sostengono la transizione democratica rafforzando la qualità dei servizi locali

La Tunisia e l'Italia sostengono la transizione democratica rafforzando la qualità dei servizi locali.

Questo è il messaggio lanciato durante l'inaugurazione del seminario di formazione organizzato presso l'Hotel Mahdia Palace e rivolto ai presidenti e ai segretari generali di 31 nuovi comuni. La cerimonia di apertura si è svolta alla presenza di S.E, il ministro degli Affari locali, Mokhtar Hammami e del direttore della Cassa Prestiti e Sostegno agli enti locali (CPSCL), Sami Mekki. Al seminario erano presenti anche rappresentanti della sede di Tunisi dell'Agenzia italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

Questo seminario fa parte di un progetto finanziato dall'Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (AICS) per un importo totale a dono di 25 milioni di euro. Questa cifra sarà nella disponibilità dei Comuni attraverso la CPSCL, che garantirà il monitoraggio tecnico e finanziario del progetto.

Il seminario rappresenta un momento di formazione per il personale municipale che deve consentire a questo di disporre degli strumenti necessari per realizzare i progetti identificati nell'ambito dei Programmi di Investimento Locali 2020-2022. Oltre agli stanziamenti per le spese di investimento, il programma italiano di sostegno al decentramento a livello comunale prevede anche una componente di assistenza tecnica e accompagnamento che si svolgerà attraverso due assi:

  1. Un corso di formazione di due anni dedicato a tre aspetti gestionali, vale a dire la parte finanziaria, amministrativa e tecnica. Questa formazione sarà gestita dal Centro di formazione e supporto alla decentralizzazione (CFAD).
  2. Un supporto destinato agli uffici di progettazione tunisini incaricati dal CPSCL che garantirà il monitoraggio tecnico e finanziario del lavoro nei comuni coinvolti.

Nell'ambito del summenzionato Piano di investimenti locali, i Comuni hanno pianificato la costruzione e la ristrutturazione di edifici amministrativi, l'acquisto di veicoli destinati alla raccolta dei rifiuti e la pulizia delle strade, nonché la realizzazione di numerosi progetti di prossimità come illuminazione pubblica, la riqualificazione di strade comunali, la costruzione di impianti sportivi e spazi verdi.

 

 

 

Posted in Uncategorized.