L’AICS a Tripoli per l’evento di lancio della Fase 2 del programma di cooperazione delegata Baladiyati, finanziato dall’Unione Europea

03/11/2021

Oggi, presso l’hotel El Andalous di Tripoli, si è tenuto l’evento di lancio della Fase 2 del programma di cooperazione delegata “Recovery, Stability and Socio-Economic Development in Libya – Baladiyati, eseguito dall’AICS in coordinamento con UNDP e UNICEF grazie ai fondi dell’Unione Europea (EU Trust Fund for Africa).

Su iniziativa del Ministero della Governance Locale (MoLG), l’evento ha costituito un’occasione di incontro tra il MoLG, l’Unione Europea, le tre agenzie esecutrici del programma e i sindaci delle quindici municipalità nel sud della Libia indentificate per gli interventi della Fase 2 di Baladiyati.

La giornata si è aperta coi saluti istituzionali del Vicepresidente del Consiglio Presidenziale, Al Koni, e del MoLG nella persona del Ministro, Badr Eldin Sadig Altoumi, del Ministro della Pianificazione, Faker Bogarna, dell’Ambasciatore dell’Unione Europea in Libia, José Antonio Sabadell, dell’Ambasciatore Italiano in Libia, Giuseppe Buccino, del Titolare della Sede AICS di Tunisi, Andrea Senatori, del Resident Representative per la Libia di UNDP, Marc-André Franche, dell’Acting Special Representative per la Libia di UNICEF, Mr.Khaldoun Shakkour e infine di un rappresentante dei sindaci delle quattordici municipalità.

Ai saluti istituzionali è seguita una sessione dedicata ad illustrare gli obiettivi generali del programma, i settori e le aree geografiche di intervento, condotta dai rappresentanti delle unità tecniche di AICS, UNDP e UNICEF.

Il programma Baladiyati ha preso avvio nell’ottobre 2018 grazie a un primo finanziamento di 50 milioni di euro di fondi comunitari (Baladiyati Fase 1), che hanno permesso all’AICS (agenzia assegnataria di 22 milioni di euro), UNDP (18 milioni di euro) e UNICEF (10 milioni di euro) di realizzare oltre 200 interventi prioritari nei settori dell’istruzione, della sanità e dell’igiene pubblica (WASH), operando in 27 municipalità libiche dislocate in tutto il Paese.

Con la Fase 2, cominciata ufficialmente lo scorso giugno, l’Unione Europea attribuisce alle stesse agenzie esecutrici un ulteriore contributo di 26.2 milioni di euro (AICS: 16 milioni, UNDP: 6.1 milioni, UNICEF: 4.1milioni), per sostenere 15 municipalità nel Sud della Libia, una regione caratterizzata da dinamiche socioeconomiche, istituzionali e securitarie particolarmente complesse.

Nella Fase 2 di Baladiyati, l’AICS interverrà nel rafforzamento dei servizi di base nei settori dell’istruzione e WASH in continuità con la Fase 1, nel settore agro-alimentare, a sostegno delle attività produttive delle famiglie più vulnerabili e delle produzioni locali e nel settore dell’energia rinnovabile.

 

Ulteriori risorse:

Posted in and tagged , , , , , .