La Cooperazione italiana sostiene i giovani e la riqualificazione ecologica del territorio

Nel quadro del progetto RESTART Riqualificazione Ecologica e Sociale dei Territori Attraverso il Rilancio dell’imprenditoria giovanile in Tunisia, finanziato dall’AICS e realizzato dall’ONG italiana COSPE, sono state avviate in 3 Governatorati (Mahdia, Gabes e Jendouba) le formazioni per la generazione di idee imprenditoriali in settori innovativi legati alla riqualificazione ecologica e sociale dei territori per i primi gruppi di giovani start-upper.

Queste sessioni di formazione verranno replicate mercoledì 15 luglio a Sidi Bouzid e venerdì 17 e proseguiranno fino a metà agosto, avendo scelto di suddividere i partecipanti in sottogruppi per garantire il rispetto delle distanze e la realizzazione delle attività in strutture che hanno assicurato l’adesione al protocollo sanitario.

Si tratta della prima tappa del processo che mira a creare e consolidare imprese sociali ed ecosostenibili volte alla valorizzazione e riqualificazione territoriale e che permetterà entro la fine dell’anno di identificare le 50 start-up giovanili che saranno accompagnate nel percorso di post-creazione.

I partecipanti alle formazioni sono stati selezionati attraverso un bando rilanciato il 3 maggio che ha permesso di raccogliere diverse candidature interessanti. In seguito al processo di valutazione promosso con il coinvolgimento dei Comitati di accompagnamento formati a livello regionale sono state preselezionate 278 idee collettive, così ripartite territorialmente:

– 60 Gabes
– 60 Jendouba
– 52 Mahdia
– 54 Sidi Bouzid
– 52 Sousse

Posted in .