Apertura del primo centro prescolare per l’infanzia a Kairouan

Haffouz, Kairouan - 27 novembre 2019: il Ministero degli affari sociali insieme ai suoi partner ha inaugurato il primo centro di riferimento per i servizi per la prima infanzia a Kairouan che seguirà i nuovi standard stabiliti dal governo tunisino. Questo centro ospiterà 120 bambini dai 3 ai 6 anni provenienti dalla regione. Il centro servirà anche come formazione per futuri educatori della scuola materna e offrirà anche sessioni di educazione destinate ai genitori.

Investire nell'istruzione prescolare è un fattore chiave per lo sviluppo delle competenze di ogni ragazza e ogni ragazzo. In Tunisia, il 49% dei bambini di età compresa tra 3 e 6 anni, in particolare i bambini provenienti dalle zone rurali non beneficia dei programmi della prima infanzia. Durante la cerimonia di inaugurazione, Mohamed Khouini, Presidente dell'Unione Tunisina di Solidarietà Sociale (UTSS) ha espresso il piacere di vedere come il centro di Haffouz sia nato grazie agli sforzi di tutti e che i bambini beneficiano già dei servizi di qualità che il centro può  offrire.

Si tratta di uno stimolo per il governo e i suoi partner per replicare questo modello in altre regioni con l'obiettivo di ridurre le disuguaglianze in questo settore. L'UTSS continuerà a supportare questo tipo di strutture per promuovere l'accesso dei bambini delle famiglie svantaggiate in centri di qualità della prima infanzia.

"Il Centro che apriamo oggi servirà da modello replicabile dell'educazione di qualità della prima infanzia. L'Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo ha contribuito con a circa 4,6 milioni di euro, per la realizzazione di questo programma dedicato all'educazione di qualità in Tunisia e che ha anche pianificato la realizzazione di altri centri di riferimento per la prima infanzia in diversi governatorati: Jendouba e Tunisi, per garantire un ambiente migliore ai bambini, per ridurre i tassi di abbandono, per promuovere una migliore istruzione e un ambiente di lavoro di qualità per insegnanti e personale responsabile per l'anno preparatorio. Ciò è stato reso possibile grazie all'impegno dei nostri partner istituzionali: il Ministero delle donne, della famiglia, dell'infanzia, il Ministero dell'Istruzione, il Ministero degli affari sociali, l'Unione tunisina di solidarietà sociale e l'UNICEF ", ha dichiarato il Rappresentante dell'Agenzia italiana per la cooperazione allo Sviluppo.

Sophie Vanhaeverbeke, capo della delegazione dell'Unione europea, ha sottolineato che "questo centro di riferimento che può ospitare fino a 120 bambini di età compresa tra 3 e 6 anni, contribuirà a migliorare la qualità dell'ambiente scolastico e dell'apprendimento. Questo centro e gli altri che ispirerà, è aperto a una nuova generazione di bambini che, forse, saranno i leader di la Tunisia di domani, o almeno, ne sono certa, cittadini illuminati, impegnati e rispettosi".

Lila Pieters, rappresentante dell'UNICEF in Tunisia, ha dichiarato: "Questo centro di riferimento offre programmi di qualità per la prima infanzia per ogni ragazza e ragazzo dai 3 ai 6 anni ed è il risultato di un partenariato tra diversi ministeri, società civile, settore privato e partner tecnici e finanziari e l'UNICEF. Dopo quattro anni di preparazione logistica e pedagogica, oggi siamo riuniti per vedere il risultato di questo investimento nell'attuazione di standard pedagogici, di sviluppo e di scambio per i bambini dai 5 ai 6 anni nonché lo sviluppo delle capacità per gli educatori della prima infanzia. "

 

Posted in Uncategorized.